MATRIARCATO D'OCCIDENTE

Chiesa cattolico-guglielmita

              Non contro, ma oltre qualsiasi motivo di divisione

 

LA STORIA

1. La Chiesa Cattolica Apostolica Guglielmita, unica erede storica e silenziosa del movimento gugliemita che fiorì a Milano in ambiente cistercense in epoca Viscontea e fu seguace della pensatrice mistica Guglielma la Boema (+1281/2), da cui trae il suo attuale nome, e della sua prima discepola, il papa storico, documentato e non leggendario, Maifreda V da Pirovano, affonda le sue radici nella profezia del teologo Giocchino da Fiore (*c.ca 1130 - + 30 marzo 1202), citato anche da Dante Alighieri nel canto XII° del Paradiso. Secondo l'illustre teologo, nella terza era della storia dell'uomo, lo Spirito Santo, incarnato in una donna, avrebbe svelato il vero significato dei Testi Sacri, al di là della loro interpretazione letterale.

2. La Chiesa Cattolica Apostolica Guglielmita, ereditando una struttura matriarcale ormai quasi millenaria e questa tradizione teologica, che passa anche attraverso le riflessioni della mistica Margherita Porete e di molte altre mistiche e mistici che hanno popolato la storia della Chiesa, è continuamente vivificata ed aggiornata dal pensiero teologico contemporaneo ed attualmente al suo interno ha concepito la Teologia meta-dogmatica.

3. La Chiesa sui iuris Cattolica Apostolica Guglielmita, è strutturata gerarchicamente come l'unica autocefalia matriarcale cattolica esistente al mondo per ultracentenaria consuetudine, secondo l'antica tradizione della chiesa guglielmita, che ha avuto un papa donna alla sua guida ed un collegio cardinalizio. E' regolata anche da un suo diritto canonico matriarcale (il Codex Iuris Matriarchalis).

4. La teologia guglielmita attinge al profondo significato escatologico della profezia di Gioacchino da Fiore, attualissima nella contemporaneità del mondo in cui viviamo, dove la donna necessita dei suoi spazi spirituali, vitali e vocazionali per sé e per il bene dell'intera comunità cristiana, in una prospettiva non di prevaricazione, ma di dialogo e profondo rispetto reciproco, nell'ottica di una visione davvero universale della Chiesa, dove è compreso con eguale dignità il genere umano femminile.

5. In un confronto aperto con le altre chiese cristiane, finalizzato alla ricerca del bene comune della Chiesa universale, la Chiesa Cattolica Apostolica Guglielmita oggi non si pone più in antagonismo rispetto alla Chiesa Cattolica Apostolica Romana, come accadde nel 1300, all'epoca di Bonifacio VIII e Maifreda da Pirovano, né, come accadde in seguito alle tragiche ed ingiustificate condanne dell'Inquisizione, desidera porsi come entità silente interna o parallela alla Chiesa di Roma, ma, poiché deriva proprio da essa, sulla scorta dell'enciclica Sacerdotalis coelibatus di Paolo VI, chiede che vengano superati tutti gli odi, gli antichi rancori e motivi di divisione storica tra chiesa di tradizione storica patriarcale e chiesa matriarcale che ha vissuto per troppo tempo nel silenzio, in funzione della comunione dei santi e dei credenti in essa accolti, in un'ottica di condivisione ecclesiale all'interno della Chiesa universale, corpo mistico di Cristo.

Donate!

  • No current campaigns

Recent Videos

1801 views - 0 comments